La Protezione Civile

Logo Protezione CivileCon il termine “Protezione Civile” si intende il complesso delle strutture e delle attività messe a disposizione dallo Stato per tutelare l’integrità della vita, i beni, gli insediamenti e l’ambiente, dai danni o dai pericoli derivanti da calamità naturali, da catastrofi e da altri eventi calamitosi. 

 
Il Volontariato di Protezione Civile, divenuto negli ultimi anni un fenomeno nazionale che ha assunto caratteri di partecipazione ed organizzazione particolarmente significativi, trova le sue radici nelle grandi emergenze verificatesi in Italia a partire dall’alluvione di Firenze quando, una grande mobilitazione spontanea di cittadini di ogni età, condizione e ceto sociale, si mosse da ogni parte d’Italia per “dare una mano”.
Si scoprì che ciò che mancava non era la solidarietà della gente ma un “sistema pubblico organizzato” che sapesse impegnarla e valorizzarla.
Nel 1976, l’allora Ministro degli Interni l’On. Francesco Cossiga  insieme all’On. Aldo Moro, all’epoca Presidente del Consiglio dei Ministri, nominarono l’On. Giuseppe Zamberletti “Commissario Straordinario per la ricostruzione del Friuli” subito dopo il disastroso terremoto che colpì questa regione il 6 maggio dello stesso anno.
Fu lì che nacque l’idea di porre la Protezione Civile sotto la Presidenza del Consiglio dei Ministri e fu con il sisma friulano e con l’On.  Zamberletti  che nacque la Protezione Civile in Italia.
Da allora è iniziata l’ascesa del Volontariato di Protezione Civile, espressione di una moderna coscienza collettiva del dovere di solidarietà,
nella quale confluiscono spinte sia religiose che laiche.
In questo contesto, dal 1991 l’Associazione C.B. A.R.Bu.S.Ti.- Bussi Soccorso svolge la propria attività.
Una attività che ha registrato coinvolgimenti sempre maggiori, ramificandosi e inserendosi in maniera sempre più capillare nel tessuto sociale di questo territorio.

 


Per il settore A.I.B. e Calamità, data l’incidenza di incendi nella zona,l’Associazione stipula una Convenzione con la Regione Abruzzo, in collaborazione con il Corpo Forestale dello Stato, per il monitoraggio e lo spegnimento degli incendi boschivi, partecipando ai Corsi previsti per il settore A.I.B. (Antincendio boschivo) e Calamità. Per quest’ultima siamo stati presenti sia nel terremoto dell’Umbria come Ricetrasmettitori, sia  in quello più recente del Molise come Assistenza Sanitaria in ambulanza. Per specializzare questo settore, gli Operatori hanno partecipato ai corsi tenuti dai DI.MA. della Protezione Civile Nazionale a Castelnuovo di Porto – Roma- e poi a quelli regionali presso “la Scuola Allievi del Corpo Forestale dello Stato “  di Gagliano Aterno (AQ).
L’iscrizione nell’elenco delle Associazioni di Volontariato  della  PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI- DIPARTIMENTO DELLA PROTEZIONE CIVILE - DPR 194/01. 
Nella ricetrasmittenza, l’Ass. C.B. A.R.Bu.S.Ti. ha partecipato alla  “Simulazione di Calamitàdel 1999  voluta dal Dipartimento di Protezione Civile Nazionale e che in Abruzzo, coordinata dalle Prefetture,  si è svolta nell’Ottobre dello stesso anno.
In questo settore, le attività più salienti che vengono svolte sono:

  • Attività Antincendio boschivo e Calamità  in collaborazione con la Regione Abruzzo ed il Corpo Forestale dello Stato;
  • Ricerca persone scomparse;
  • Educazione al comportamento in caso di calamità;
  • Collaborazione con le Forze dell’Ordine durante le manifestazioni;
  • Organizzazione di Esercitazione di Protezione Civile;
  • Raccolta fondi per persone bisognose;
  • Raccolta fondi in collaborazione con strutture nazionali;
  • Progetto “Scuola Sicura” con Istituti Scolastici di ogni ordine e grado;
  • Promozione attività naturalistiche;
  • Promozione di attività volte a favorire l’aggregazione dei cittadini;
  • Promozione attività culturali ( Convegni, Mostre…..);

     A Novembre 2008 l’Associazione ha acquistato un Pick-Up Ford Ranger 2500 TDI che verrà allestito con un modulo antincendio e pompe idrovore.  
Share

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Accetto i cookies da questo sito.